marco bay

marco bay, milanese, dopo il liceo Parini, si laurea in Architettura presso il Politecnico di Milano nel 1993. Studia in Inghilterra i giardini dell’architetto Geoffrey Jellicoe pubblicando una monografia critica dal titolo Geoffrey Jellicoe dall’arte al giardino per i tipi de “Il verde editoriale” nel 1999.

Sviluppa la propria esperienza professionale nel campo dell’architettura del paesaggio collaborando dal 1993 al 1997, anni decisivi per la sua formazione, con lo studio Balsari.

Nel 1997 fonda il proprio studio impegnandosi in progetti e realizzazioni in Italia e in Europa per aree pubbliche e private. Giardini pensili; restauro di giardini storici; riqualificazione ambientale di spazi commerciali e industriali; studio del paesaggio per nuovi insediamenti urbani; campi sportivi; spazi museali all’aperto sono alcuni dei temi che coinvolgono lo studio nelle rispettive scale di intervento.

Iscritto all’Albo professionale degli Architetti della Provincia di Milano dal 1995, all’ Associazione Italiana Architettura del Paesaggio dal 2001, e socio della Società Orticola di Lombardia.

In qualità di esperto in verde urbano fa parte della Commissione Edilizia per il Comune di Milano negli anni tra il 2005 e il 2009.

Ha tenuto lezioni e conferenze presso il Politecnico di Milano, la Scuola Agraria di Monza, l’Università Internazionale dell’Arte di Firenze, l’Istituto Superiore d’Architettura e Design di Milano, l’Università degli Studi Pavia e per l’Associazione Italiana Architettura del Paesaggio.

Tra il 1998 e il 2002 è redattore della rubrica mensile Verde in “Case da Abitare”. Dal gennaio 2014 scrive per VilleGiardini nella rubrica “Oltre la siepe”.

Pubblicazioni per Mondatori Arte, Motta, Abitare Segesta, Architettura del paesaggio, Case & Country, Elle Decor, Gardenia, Linea Verde, Ottagono, Paisajismo, VilleGiardini, Interni, Acer, Espacio.

marcobay-img-bio